Segnalazioni e novità

letto 3098 voltepubblicato il 30/10/2018 - 11:30 nel forum Forum generale, in Rete Italiasemplice

La sezione Servizi - Documentazione continua ad essere aggiornata con i documenti più utili segnalati dalle amministrazioni che partecipano alla Rete dei semplificatori.

Tra gli sono state pubblicate le Nuove Linee Guida operative sul procedimento di autorizzazione unica ambientale (AUA) della Regione Friuli-Venezia Giulia.

 

15 commenti

Gloria Loi

Gloria Loi30/01/2019 - 12:59 (aggiornato 30/01/2019 - 12:59)

E’ stata pubblicata la legge di Semplificazione n.1 2019 che introduce importanti novità per ridurre gli oneri burocratici a carico di cittadini e imprese in Sardegna.

La legge, prevista annualmente dalla LR 24/2016, è il risultato di un lavoro che ha coinvolto sotto il coordinamento del Servizio Semplificazione dell’Assessorato dell’Industria, le Direzioni generali regionali competenti per materia, le Parti economiche, sociali ed istituzionali, oltre a numerosi tecnici, imprenditori e soprattutto cittadini, che hanno inviato preziosi contributi e suggerimenti attraverso lo strumento di Consultazione online “Sardegna Partecipa”.

Gran parte delle nuove disposizioni entrano in vigore il 1° febbraio, ad esclusione di quelle, soprattutto in materia di SUAPE, che sono subordinate  all’emanazione di apposite Direttive di attuazione.

Il testo della legge è disponibile al seguente link:

Annalisa Abis

Annalisa Abis31/12/2018 - 07:53

La legge regionale della Sardegna 13 dicembre 2018, Legge di Stabilità 2019 ) all’articolo 7 comma 12 ha introdotto importanti novità in materia di istituzione dei SUAPE. La norma citata ha sostituito il comma 7 dell'articolo 29 della legge regionale della Sardegna 20 ottobre 2016 n. 24 nel modo seguente: "Il SUAPE è istituito entro il 31 dicembre 2019 presso le unioni di comuni di cui agli articoli 7 e seguenti della legge regionale n. 2 del 2016 e presso la città metropolitana di Cagliari. Le città medie, i comuni della città metropolitana di Cagliari e i comuni delle isole minori hanno facoltà di istituire un SUAPE comunale. Allo scadere del termine di cui al primo periodo, in caso di mancata individuazione, il ruolo di responsabile del SUAPE è ricoperto dal segretario dell'unione di comuni.".

La nuova norma ha introdotto le seguenti novità:

1) ha anticipato il termine massimo per l’istituzione del SUAPE dal 12 marzo 2020 al 31 dicembre 2019;

2) ha previsto che esattamente tra anno, in caso di mancata designazione di un soggetto differente, tutti segretari dell’unioni dei comuni ricopriranno ex lege il ruolo di responsabili SUAPE;

3) ha aggiunto i comuni delle isole minori tra le eccezioni che potranno istituire il SUAPE comunale.

Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio30/12/2018 - 20:30 (aggiornato 30/12/2018 - 20:30)

Pubblicato il
Disposizioni urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea. (18G00171) (GU Serie Generale n.301 del 29-12-2018)
note: Entrata in vigore del provvedimento: 30/12/2018

Allego slide con le novità

 

 

Allegato: 
Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio26/12/2018 - 22:01

Tra le novità di rilievo, di fine anno, si segnalano:

1) il decreto-legge, approvato dal CDM  il 23 dicembre u.s., che introduce "Disposizioni urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea". La disposizione introduce una nuova regolamentazione della disciplina del servizio di noleggio con conducente attraverso alcune modifiche alla legge 15 gennaio 1992, n. 21, già modificata dall’articolo 29 del decreto legge 30 dicembre 2008, n. 207;

2) l’esclusione del commercio al dettaglio su aree pubbliche dalle norme attuative della direttiva Bolkestein.

Mentre per il D.L. (NCC) si attende solo la pubblicazione in G.U,  per il punto 2), si attende l'approvazione definitiva, in terza lettura a Montecitorio.La norma, infatti, è stata inserita nel disegno di Legge di Bilancio 2019, revisionato e trasformato in maxi-emendamento.

Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio16/12/2018 - 22:31 (aggiornato 16/12/2018 - 22:31)

Un vademecum  completo sulla vendita di oggetti preziosi alla luce del nuovo parere del Consiglio di Stato.

Spero vi sia utile.

Gloria Loi

Gloria Loi11/12/2018 - 17:03 (aggiornato 11/12/2018 - 18:26)

Segnalo  una interessante nota del Ministero dell’Interno in merito al regime amministrativo applicabile alla vendita di oggetti preziosi.

In particolare viene effettuata una puntuale disamina relativamente alla natura obbligatoria o facoltativa della conferenza di servizi, richiamando il parere del Consiglio di Stato n.2180 datato 11 settembre 2018, distinguendo i tre casi di vendita in esercizio di vicinato, in media o struttura di vendita e vendita in attività commerciale già avviata.

Ufficio Semplificazione DFP

Ufficio Semplificazione DFP11/12/2018 - 18:28

Grazie per la segnalazione.

Ecco la circolare sul sito della Polizia di Stato >

 

Alessandro Servetti

Alessandro Servetti10/12/2018 - 17:58

E' possibile avere gli estremi della Nota del Ministero dell'Interno ed eventualmente il link al documento?

Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio04/12/2018 - 19:11

Emanata ieri, dal Ministro  per la P.A., Giulia Bongiorno,  una nuova nuova circolare sullo strumento di accelerazione  per eccellenza del procedimento amministrativo: "La conferenza di servizi"

La Circolare del DFP,  diretta a tutte le Amministrazione Pubbliche, di cui all'art. 1, comma 2, del d.lgs. 165/2001, ha il fine di fornire indirizzi univoci e di coordinamento in materia.

La circolare è in corso di registrazione presso la Corte di conti.

Allegati:

 

Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio15/11/2018 - 12:30 (aggiornato 15/11/2018 - 12:30)

Annullato un permesso a costruire in autotutela, oltre il termine di 18 mesi, su invito di un confinante.

Il TAR della Basilicata ha respinto il ricorso proposto dalla parte, con sentenza 5 novembre 2018, n. 725.

Nel caso di specie, il Collegio, dopo essere entrato nel merito della decorrenza e scadenza del termine, ritiene che: "il comma 2-bis dell’art. 21-nonies cit. debba essere interpretato nel senso di consentire il superamento del termine di diciotto mesi, oltre che nel caso in cui vi sia stata una falsa attestazione inerente i presupposti per il rilascio del provvedimento ampliativo (occorrendo all’uopo un accertamento definitivo in sede penale), anche qualora l’erroneità dei ridetti presupposti risulti comunque non imputabile (neanche a titolo di colpa concorrente) all’Amministrazione, ed imputabile, per contro, esclusivamente alla malafede o alla negligenza della parte".

La novità, quindi, è che l'Amministrazione, per questo caso,  ha annullato il provvedimento in autotutela,  oltre i 18 mesi, anche senza una sentenza passata in giudicato.

Sotto il link della sentenza.

Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio14/11/2018 - 10:02

Motivazione del rigetto delle osservazioni presentate dal proprietario di un’area incisa da variante urbanistica

Mario Vincenzo Serio

Mario Vincenzo Serio11/11/2018 - 11:48 (aggiornato 11/11/2018 - 11:48)

Segnalo una piccola utility,  da usare con i vostri smarthphone, senza fini di lucro, che non necessita di alcuna installazione (essendo in HTML5). In origine, l'app è nata per la Regione Siciliana, ma a poco a poco, si sta cercando di implementarla.

L'app è visibile a questo indirizzo:

Si accettano suggerimenti e/o consigli per il miglioramento della stessa.

Allego scheda informativa sul funzionamento.

Cordiali saluti.

 

Chiara Martin

Chiara Martin09/11/2018 - 04:03

Condivido la valenza del manuale a supporto degli Sportelli SUAP e dell'iniziativa del webinar

Nella nostra Provincia, con la collaborazione dei funzionari del Settore Ambiente dell'Ente Provincia di Treviso, avevamo proceduto quasi subito alla redazione di un manuale d'uso per le diverse casistiche di A.U.A. a supporto degli Sportelli SUAP; nel tempo lo abbiamo aggiornato anche con la pubblicazione di alcune F.A.Q. (problematiche per le lavanderie a gettone, ecc.). Parallelamente sono stati organizzasti dei seminari sul tema.

Tuttavia, a tutt'oggi riscontro che questi procedimenti continuano ad essere percepici dai referenti SUAP come 'tra i più difficili' da gestire (invero, nei piccoli Comuni accade che questi procedimenti siano talvolta relativamente poco frequenti...ed anche questo può costituire una ragione della difficoltà).
A mio modo di vedere la materia richiede il manuale (condivido l'iniziativa!), ma anche la riproposizione periodica di momenti (in)formativi.

Monica Feletig

Monica Feletig31/10/2018 - 15:49 (aggiornato 31/10/2018 - 15:49)

Con la terza revisione delle LLGGAUA ci siamo esercitati sia sul drafting amministrativo, che sulle semplificazioni sostanziali: due i problemi affrontati, l'elevato turn over dei funzionari SUAP e le dfficoltà dei gestori alle prese con un procedimento per sua natura complesso. Come affrontarli? Il risultato del gruppo di lavoro è: 1) un manuale di procedura, che descrive le fasi del procedimento AUA attraverso tabelle, che il funzionario SUAP (anche inesperto) può facilmente applicare; 2) le modifiche sostanziali delle emissioni in atmosfera di cui all’articolo 269, comma 8 del Codice dell’Ambiente non producono una variante sostanziale dell’intera AUA, ma solo il suo aggiornamento, con una procedura semplificata che non prevede la valutazione delle altre matrici ambientali, a fronte di una semplice dichiarazione di invarianza.  e  il 30 ottobre abbiamo . Il feedback di SUAP e gestori ci guiderà in un'eventuale revisione nel 2019.